12 gennaio 2022
Il vaccinando non può scegliere la marca del vaccino da farsi somministrare come prima dose

Così ha deciso il TAR Emilia Romagna, respingendo la richiesta del ricorrente che chiedeva di impartire all'ASL l'ordine di somministrargli il vaccino Pfizer quale prima dose.

La Redazione

Il ricorrente chiedeva al Tribunale di impartire l'ordine alla ASL di Bologna di somministrargli quale prima dose di vaccino anti Covid-19 quello di marca Pfizer, in quanto era sempre stato fatto scegliere ai vaccinandi in prima dose se somministrare Pfizer oppure Moderna.

In sede di delibazione monocratica ante causam, con il decreto n. 7 del 10 gennaio 2022 il TAR ha respinto la richiesta del ricorrente, in quanto la scelta del vaccino da somministrare è rimessa solo e unicamente all'autorità sanitaria preposta alla vaccinazione sulla base dell'anamnesi e dei dati clinici rilevati a carico del vaccinando. Ciò trova fondamento nell'esigenza di tutelare la salute delle persone, senza che possa venire ad esistenza una sorta di diritto di opzione dell'interessato a vedersi somministrare un tipo di vaccino anziché un altro.