20 settembre 2021
Green Pass: in Gazzetta la legge di conversione del D.L. n. 105/2021

In G.U. n. 224 del 18 settembre 2021 è stata pubblicata la L. n. 126/2021 che ha convertito il D.L. n. 105/2021, istitutivo dell'obbligo del Green Pass ai fini dell'accesso a determinate attività. Ecco le principali novità apportate in sede di conversione.

La Redazione

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la L. n. 126/2021 che ha convertito il D.L. n. 105/2021, recante «Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19 e per l'esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche».

 Tra le modifiche apportate in sede di conversione vi sono le seguenti:

  • l'inserimento dell'art. 7-bis, il quale estende la possibilità di trattare le cause di natura amministrativa da remoto fino al 31 dicembre 2021;
  • nell'art. 3, ove si consente l'accesso a determinati servizi e attività in zona bianca solo ai soggetti in possesso di Green Pass, vengono ricomprese anche le feste conseguenti alle cerimonie religiose e civili, mentre nel caso di fiere e sagre locali che si svolgono all'aperto, gli organizzatori dovranno informare il pubblico dell'obbligo del possesso della certificazione ai fini dell'accesso;
  • la durata del Green Pass viene estesa a 12 mesi;
  • viene inserita la riserva di legge secondo la quale qualsiasi altra variazione relativa all'utilizzo del Green Pass dovrà essere disposta solo attraverso una legge dello Stato;
  • i soggetti minori di anni 12 sono esentati dall'obbligo di Green Pass;
  • è stato inserito l'art. 4-bis, il quale consente le visite da parte dei famigliari ai propri cari che si trovano in ospedale solo se muniti di apposita certificazione verde Covid-19, con cadenza giornaliera e garantendo la facoltà di prestare assistenza alla persona non autosufficiente, qualora fosse necessario;
  • viene rafforzata la campagna vaccinale anti-influenzale per gli over 18 attraverso la stipulazione di un apposito protocollo.