Home
Network ALL-IN
Quotidiano
Specializzazioni
Rubriche
Strumenti
Fonti
28 ottobre 2022 Deontologia forense
Quali incarichi giudiziari non possono essere svolti in caso di sospensione volontaria dall’esercizio della professione forense?

Con il parere in commento, il Consiglio Nazionale Forense risponde al quesito posto dal COA di Chieti.

di La Redazione

Il COA di Chieti chiede al Consiglio Nazionale Forense di esprimersi in merito alla possibilità per l'avvocato che ha sospeso volontariamente l'esercizio della professione forense di continuare ad assumere i seguenti incarichi giudiziari:

  • Gestione e vigilanza nelle vesti di curatore fallimentare;
  • Commissario giudiziale;
  • Commissario liquidatore;
  • Custode giudiziario;
  • Delegato alla vendita nelle procedure esecutive immobiliari.

Con il parere n. 40 del 17 ottobre 2022, il CNF afferma che la sospensione volontaria dall'esercizio della professione non consente l'esercizio di tutte le attività tipiche della professione legale, e tra esse rientrano senza dubbio anche gli incarichi giudiziari oggetto del quesito del COA di Chieti.

La suite digitale per lo studio legale
Non sei ancora abbonato?
Non sei ancora abbonato?