Home
Network ALL-IN
Quotidiano
Specializzazioni
Rubriche
Strumenti
Fonti
1 agosto 2023
Penale e processo
Dehors e verande possono non essere “edilizia libera”, nemmeno se promosse per fini occupazionali e turistici
Il giudice penale disapplica i regolamenti comunali che consentono nel tempo espansioni di volumetrie dei locali ricettivi, anche se consentite dagli enti locali per la promozione delle economie e dei livelli occupazionali; non sono mai derogabili le normative nazionali che impongono sia la “facile rimozione” delle aree di nuova costruzione sia che, in effetti, le strutture vengano rimosse e non acquisiscano definitività. Tuttavia, la confusione normativa può consentire dell'autore un giudizio di “particolare tenuità” ex art. 131-bis c.p..
di Avv. Francesco G. Capitani
Il caso

ilcaso

Verande, pergolati e gazebi. Non è consentito stabilizzare aree esterne di locali e ristoranti (apponendo vetrate e di fatto creando uno spazio del tutto pertinenziale ai locali interni) prive di alcuna autorizzazione; nemmeno se, a norma di regolamento edilizio,...

Il diritto

ildiritto

Va chiarito che i proprietari avevano inteso stabilizzare una vecchia area di riparo per gli avventori con vetri non amovibili (salvo fessure...

La lente dell'autore

lenteautore

Interessante pronuncia che nel mare magnum dei profluvi normativi in tema di edilizia...

La suite digitale per lo studio legale
Non sei ancora abbonato?
Non sei ancora abbonato?