5 luglio 2022
Caro carburante: in Gazzetta il taglio di accise ed IVA fino al 2 agosto

Il Decreto 24 giugno 2022 del MEF estende al periodo 9 luglio - 2 agosto 2022 la riduzione delle imposte su alcuni prodotti energetici usati come carburanti.

La Redazione
Ancora un taglio di IVA ed accise sul carburante: è stato, infatti, pubblicato in G.U. n. 154/2022 il Decreto MEF del 24 giugno 2022, recante «Riduzione delle imposte su taluni prodotti energetici usati come carburanti, periodo 9 luglio 2022 - 2 agosto 2022».
 
Nello specifico, il testo ridetermina per tale periodo le aliquote di accisa, concernenti le imposte sulla produzione e sui consumi e relative sanzioni penali e amministrative, nella seguente maniera:
  • benzina - 478,40 euro per mille litri;
  • oli da gas o gasolio usato come carburante - 367,40 euro per mille litri; 
  • gas di petrolio liquefatti (GPL) usati come carburanti - 182,61 euro per mille chilogrammi; 
  • gas naturale usato per autotrazione - zero euro per metro cubo.
 
L'aliquota IVA applicata al gas naturale usato per autotrazione è individuata nella misura del 5 per cento. 

In dipendenza della rideterminazione dell'aliquota di accisa sul gasolio usato come carburante, l'aliquota di accisa sul gasolio commerciale usato come carburante non si applica per il periodo dal 9 luglio 2022 al 2 agosto 2022.
 
Gli esercenti i depositi commerciali di prodotti energetici assoggettati ad accisa e gli esercenti gli impianti di distribuzione stradale di carburanti trasmettono, entro il 9 agosto 2022, all'Ufficio competente per territorio dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli, per via telematica, i dati relativi ai quantitativi dei prodotti usati come carburante giacenti nei serbatoi alla data del 2 agosto 2022.