23 marzo 2022
Continua la lotta di Hermès contro le MetaBirkins del produttore di NFT Rothschild
Hermès modifica il suo reclamo e denuncia ulteriori violazioni, falsa denominazione di origine e diluizione del marchio.
La Redazione
Nella presente vicenda (Hermès International, et al. contro Mason Rothschild, 1:22-cv-00384), Hermès ha raddoppiato le sue pretese contro il produttore di token non fungibili ("NFT"), modificando la denuncia presentata per la prima volta contro il creatore di MetaBirkins Mason Rothschild a gennaio 2022.

precisazione

Hermès è un'azienda francese di moda (alta moda e prêt-à-porter, accessori, pelletteria, borse, arredamento, accessori per la casa, gioielli, profumi e valigie di lusso). La Hermès Birkin è senza dubbio tra le borse più iconiche della storia. La Birkin è diventata l'ultimo status symbol: la sua produzione limitata lo rende incredibilmente difficile da mettere in sicurezza. La borsa è immediatamente riconoscibile per la sua silhouette senza tempo, per le apparizioni in programmi TV e film e per la popolarità tra celebrità e persone mondane.

Nella denuncia modificata, Hermès afferma ancora una volta che Rothschild è in contrasto con la legge federale sui marchi attraverso la sua raccolta MetaBirkins di NFT e il suo uso continuato del termine " MetaBirkins” come marchio, poiché confonde i consumatori sulla fonte e/o sulla natura delle opere d'arte digitali legate agli NFT, diluendo anche la “qualità distintiva” delle borse Hermès famose in tutto il mondo e il suo marchio.

precisazione

Hermès sostiene che nel creare la raccolta di 100 NFT "MetaBirkins", Rothschild sta cercando di arricchirsi rapidamente appropriandosi del marchio MetaBirkins per identificare un'azienda che crea, commercializza, vende e facilita lo scambio di risorse digitali investibili note come NFT. 

Secondo Hermès i consumatori sono confusi sulla natura degli NFT MetaBirkins poiché vedono un'ampia varietà di marchi, compresi i marchi di moda di lusso, che sfruttano lo spazio NFT, anche in collaborazione con artisti di terze parti. Invero, secondo l'azienda francese, Rothschild sta cercando di creare lo stesso tipo di illusione che la Birkin ha nella vita reale come merce digitale e, così facendo, sta ottenendo un grande successo finanziario nel giro di poche settimane, anche se questo successo deriva dal suo uso confuso e diluitivo del marchio denominativo BIRKIN in associazione con altri famosi marchi Hermès.

precisazione

Quanto ai rimedi, l'azienda francese ha chiesto:

  • i danni monetari, compresi i profitti di Rothschild;
  • un provvedimento ingiuntivo per impedirgli di fare ulteriore uso dei suoi marchi, ad esempio usando qualsiasi riproduzione, copia, contraffazione o imitazione colorabile di Hermès' registrato a livello federale Marchi per identificare qualsiasi merce o per la prestazione di qualsiasi servizio non autorizzato da Hermès; 
  • il trasferimento del dominio MetaBirkins.com e la consegna per la distruzione a Hermès tutti i prodotti e le pubblicità non autorizzati in suo possesso o sotto il suo controllo recanti uno qualsiasi dei marchi registrati a livello federale di Hermès o qualsiasi simulazione, riproduzione, contraffazione, copia o imitazione colorabile.